Acquista il libro di Naisha Ashian:


Completo del mazzo da 55 carte e di traduzione in lingua italiana!
 
Le pietre   Scrivi a Marco Serravalle
 Cristalloterapia: le pietre --> RODOCROSITE

La Rodocrosite è una pietra dal raggio rosa che si sviluppa sia in forme cristalline, sia in massi. E' un potente guaritore del cuore e forma un ponte tra i chakra inferiori del Fuoco e quelli superiori dell'Acqua. A causa del suo legame con entrambi gli elementi, ha la capacità di raffreddare il calore emotivo e di fornire la percezione sulle questioni del cuore e della Volontà. La vibrazione della Rodocrosite aiuta a curare le ferite emotive che hanno origine nell'infanzia, quando il cuore e la volontà si stavano ancora formando.
Le frequenze della Rodocrosite risuonano con il bambino interiore, che usa l'energia del suo secondo chakra come fonte di creatività illimitata e di manifestazione gioiosa. Il bambino dentro di noi sperimenta e interpreta le nostre emozioni e le nostre esperienze dando loro valore in base a ciò che abbiamo sperimentato negli anni formativi della nostra infanzia. Il bambino dentro di noi conserva anche tutte le ferite emotive che abbiamo ricevuto da bambini. Anche quando si cresce e si va avanti, il bambino interiore continua a interpretare le esperienze attraverso questi modelli energetici, immagazzinati nei chakra. La frequenza della Rodocrosite risuona con i chakra del cuore e della volontà, permettendo di diventare consapevoli delle vecchie ferite e dei vecchi modelli emotivi. Una volta che siamo consapevoli dei modelli che stanno influenzando le nostre creazioni, possiamo liberarli, permettendo al nostro bambino interiore di superare il trauma e di cominciare a guarire.
E' attraverso questa guarigione che ci colleghiamo ancora una volta a questo aspetto di noi stessi, reclamando le sue innate capacità e le sue doti come nostri. La Rodocrosite è l'Alleato da chiamare in causa quando si richiede questo tipo di guarigione emotiva ed energetica. Le sue frequenze rendono il nostro sé adulto in grado di ricollegarsi al bambino interiore e di guarirlo.